Le Zone Economiche Speciali in Italia: le esperienze di successo internazionale ed i nuovi progetti delle Regioni del Mezzogiorno

ACEN Napoli

Mercoledì 26 settembre
Ore: 10:30 – 13:00

Seminario riservato su invito
POSTI ESAURITI

Organizzato da SRM, ACEN e dall’Autorita di sistema portuale del Tirreno Centrale

Con il Decreto del Governo che ha introdotto le ZES-Zone economiche Speciali è tornato fortemente alla ribalta il dibattito sulla competitività portuale che vede protagonista il collegamento tra Industria e Logistica.
Molti porti del medio ed Estremo Oriente e dell’area mediterranea hanno disegnato le proprie fortune grazie alla presenza di ZES strutturate alle loro spalle dove è nata con il tempo una industria manifatturiera export-oriented strutturata e forte e che realizza la sua proiezione commerciale internazionale con il sostegno di un porto forte ed efficiente.
Nel Mezzogiorno sono in progress molte iniziative tra cui quelle nella Regione Campania e nella Serdegna che ormai sono nelle fasi finali dell’iter di approvazione. L’obiettivo di questo evento è mettere in luce le esperienze positive di questi strumenti che possono senz’altro contribuire allo sviluppo del territorio, ma che debbono essere “utilizzati con cautela” senza pensare che possano essere la risoluzione di tutte le diseconomie di un’area.

Main Topics

  • Le ZES del Decreto Sud: quale rilevanza per il sistema marittimo nazionale
  • ZES o non ZES: chi vince e chi perde. Il ruolo del pubblico a sostegno delle imprese
  • Il ruolo delle ZES per l’internazionalizzazione di un territorio
  • I “segreti” delle ZES che funzionano: casi studio
  • Il Mezzogiorno alla sfida delle ZES e la competitività portuale

 

Inizio Ore 10,30

Saluti e prime riflessioni di Federica Brancaccio, Presidente dell’ACEN
Breve relazione introduttiva del Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale, Pietro Spirito che assumerà poi il coordinamento generale del tavolo
Relazione tecnica, curata da Alessandro Panaro di SRM (circa 15 min.)

Ore 11,10

La parola passerà poi a 3 discussant per fornire in intervento di 15 minuti cadauno, elementi di analisi e spunti per la giornata di lavori, in particolare:

  • Francesco Tavassi,  presidente della Sezione “Logistica, Intermodalità e Trasporti” dell’Unione Industriali Napoli
  • Massimo Marrelli, Professore, Università Federico II di Napoli
  • Francesco Profumo, Professore del Politecnico di Torino

Ore 12.00

La parola passerà poi al tavolo di discussione; gli ospiti potranno effettuare brevi interventi di circa 5-7 minuti sui temi sollevati segnalando la volontà di intervenire via via al coordinatore.

Ore 14.00

Conclusioni a cura del Viceministro alle Infrastrutture Edoardo Rixi 

Italiano